COVID-19: Carate Brianza, arrivano i tamponi rapidi per le scuole

La novità annunciata dall’Asst di Vimercate: punto di erogazione dei test sarà l’auditorium dell’Istituto Parrocchiale Vescovi Valtorta e Colombo.

Da oggi, venerdì 16 ottobre, a Carate Brianza si sperimenta l’uso di test cosiddetti rapidi, antigenici. La sperimentazione è rivolta agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado con manifestazione di sintomi a scuola (gli istituti scolastici interessati sono quelli che insistono nei comuni di Carate Brianza, Besana Brianza e Seregno). La sperimentazione è rivolta anche al personale docente e non docente delle scuole di ogni ordine e grado e ai servizi educativi dell’infanzia con manifestazioni di sintomi a scuola o in ambito domestico. Anche in questo caso le scuole interessate sono quelle di Carate, Besana e Seregno.
Operatori dell’ASST di Vimercate, in collaborazione con ATS Brianza, da oggi – venerdì 16 ottobre – e dalla prossima settimana, da lunedì al sabato, dalle 9.00 alle 13.00, saranno impegnati in questa sperimentazione. Punto di erogazione dei test è l’Auditorium dell’Istituto Parrocchiale Paritario Vescovi Valtorta e Colombo di Carate.

 

Prima dell’apertura del nuovo centro di Prelievo Tampone Veloce, il sindaco, Luca Veggian, i due assessori Eleonora Frigerio e Ian Farina, il dirigente scolastico Igor Radaelli, per ATS la dott.ssa Claudia Toso, il responsabile del Teatro sig. Mauro Losa, i volontari della protezione civile di Carate Brianza e gli operatori della ASST di Vimercate.

 
I tamponi rapidi possono rappresentare la vera svolta per frenare il contagio Covid-19, superando il principale problema del tampone molecolare, quello tradizionale, ossia i tempi lunghi per avere l’esito, mediamente 24-48 ore se il sistema non è sotto stress. I tamponi “rapidi”, più precisamente test antigenici, apparentemente simili a quelli standard ma con un diverso target di analisi, danno il risultato in pochi minuti, e dopo mesi di utilizzo sperimentale soprattutto negli aeroporti il responso è che l’affidabilità è accettabile, e se è ancora leggermente meno accurata dei tamponi standard questo si compensa decisamente con i tempi velocissimi per avere il responso.

fonte: Prima Monza